Come una bambina albina africana ha trasformato la sua particolarità in una forza

La natura ha il potere di cambiare l’aspetto delle persone.

L’albinismo è un esempio di tale cambiamento. Si tratta di una malattia genetica caratterizzata da bassi livelli di melanina.

Questo fenomeno è più comune nelle persone di discendenza slava che nei membri della razza negroidi.

Come una bambina albina africana ha trasformato la sua particolarità in una forza

Quindi, undici anni fa, Ava, una bambina bionda, è nata nella famiglia Clark.

Non somigliava affatto ai suoi genitori; la bambina era completamente bianca, con pelle e capelli dello stesso colore.

L’albinismo si distingue non solo per il tono della pelle, ma generalmente comporta anche una diminuzione della vista. Così era nel caso di Ava.

Come una bambina albina africana ha trasformato la sua particolarità in una forza

Ha dovuto frequentare una scuola per non vedenti.

Tuttavia, con l’aiuto di specialisti, la bambina è riuscita a vedere chiaramente col passare del tempo.

Ava è attualmente iscritta in una tipica scuola superiore americana. Inoltre, la bambina è piuttosto attiva; ama lo sport, in particolare la corsa e la ginnastica.

È difficile non notare un aspetto così distintivo, quindi le offerte delle agenzie di moda hanno cominciato ad arrivare.

Come una bambina albina africana ha trasformato la sua particolarità in una forza

Ava ha già partecipato a sessioni fotografiche per pubblicazioni internazionali come BOOM Magazine e VIP Magazine.

Ma per la ragazza il suo più grande successo è stato girare un video con il suo idolo, la cantante Beyoncé.

Nel mondo moderno, l’albinismo in Africa non spaventa più nessuno, anzi, attira l’attenzione del pubblico.

Vota l'articolo
( No ratings yet )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Come una bambina albina africana ha trasformato la sua particolarità in una forza
Gli amici che sono stati in contatto per 20 anni, grazie al telefono, finalmente si incontrano di persona