Scopriamo perché il proprietario del vigneto più piccolo del pianeta non vuole che le persone bevano il suo vino

Cos’è che rende così speciale questo vino?

Il fatto è che l’uva per questo vino non viene coltivata in una soleggiata valle.

Inoltre, la piantagione è posizionata sul tetto di una villa italiana costruita nel XVI secolo.

Quindi, l’area del vigneto è incredibilmente piccola, poco più di 60 metri quadrati.

La cantina si chiama Via Mari 10, come la strada in cui si trova la villa. Una sola vendemmia è sufficiente per soli 29 bottiglie di vino.

Il vigneto sul tetto è nato quasi per caso. Il proprietario, Tullio Masoni, ha ereditato una grande azienda vinicola da suo padre.

Scopriamo perché il proprietario del vigneto più piccolo del pianeta non vuole che le persone bevano il suo vino

Tuttavia, Tullio ha deciso che non era un affare particolarmente redditizio e ha venduto i vigneti.

Purtroppo, dopo un po’ di tempo, Masoni ha rimpianto la sua decisione. Alla fine ha seguito le orme di suo padre ed ha iniziato a fare vino.

Via Mari 10 è realizzato con l’uva Sangiovese. È fertilizzato sia da terreno nutriente ordinario che dal rumore della città.

Scopriamo perché il proprietario del vigneto più piccolo del pianeta non vuole che le persone bevano il suo vino

Quest’ultimo è il principale vantaggio di Via Mari 10 rispetto a tutti i vigneti rurali, afferma il proprietario.

Questo è non solo il vigneto più piccolo del pianeta, ma anche il suo proprietario è l’unico al mondo che non consiglia di bere il vino da lui creato.

E questo capolavoro, come un dipinto o una statua, merita di essere un ornamento di una casa, un palazzo, una villa.

Scopriamo perché il proprietario del vigneto più piccolo del pianeta non vuole che le persone bevano il suo vino

Il vino di Mason è un motivo per una calda conversazione tra amici.

E la dimostrazione di una bevanda unica creata in una piccola, ma meravigliosa villa in Italia.

Il vino viene venduto solo presso la Galleria d’Arte Bonioni, e anche allora non sempre; alcune bottiglie vengono regalate ai clienti abituali.

Forse questa è una astuta trovata pubblicitaria e forse la descrizione del vino più strana ed ambigua.

Inoltre, coloro che non hanno la possibilità di spendere 5.000 euro dovranno accettare la parola dell’ingegnoso italiano.

Vota l'articolo
( 1 assessment, average 5 from 5 )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Scopriamo perché il proprietario del vigneto più piccolo del pianeta non vuole che le persone bevano il suo vino
Magnifico cavallo Friesian nero con una criniera unica: il cavallo più squisito dell’intero globo